Blog

Io scelgo di stare con quello che c'e'

"Dalla prima volta che abbraccerete vostro figlio, non sarete più la stessa persona.
Magari spererete di tornare la persona che eravate prima.
Quando avevate libertà, tempo.
E niente di cui preoccuparvi in particolare ..."

" Conoscerete la stanchezza come mai prima.
E i giorni si susseguiranno come fossero uno solo, pieni di poppate e ruttini.
Cambi di pannolino e pianti.
Lamentele e litigate.
Riposini o mancanza di riposini.
Vi sembrerà un ciclo senza fine.
Ma non vi dimenticate…
C’è un’ultima volta per tutto.
Il giorno in cui allatterete vostro figlio per l’ultima volta.
Si addormenterà sul vostro grembo dopo una lunga giornata.
E quella sarà l’ultima volta che abbraccerete vostro figlio mentre dorme.
Un giorno lo porterete in braccio e poi lo lascerete camminare da solo.
E dopo quel giorno, non lo terrete in grembo più nello stesso modo.
Una sera gli laverete i capelli sotto la doccia. E da quel giorno vorrà lavarsi da solo.
Vi terrà la mano per attraversare la strada.
E poi non ve lo chiederà più.
Si infilerà in camera vostra nel cuore della notte per essere coccolato.
E poi arriverà l’ultima notte in cui vi sveglierà.
Un pomeriggio, canterete la sua canzone preferita, facendo tutte le mosse.
E poi smettere di cantarla.
Vi chiederà un bacio prima di entrare a scuola e il giorno dopo vi chiederà di non andare più a prenderlo.
Gli leggerete l’ultima storia della buonanotte, mentre pulirete il suo viso.
Vi correrà incontro e si getterà tra le vostre braccia per l’ultima volta.
Il fatto è che non sapete quando sarà l’ultima volta.
Fino a quando non arriverà.
E anche allora, vi ci vorrà del tempo per realizzarlo.
Per cui, fino a quando sarete immerse in queste attività, ricordatevi che sono in numero limitato e quando saranno passate, state sicure che dareste qualunque cosa per averle indietro”.

Non sapevo esattamente da dove iniziare pensando di scrivere questo articolo "inaugurale" sul mio blog; poi, siccome le cose non capitano mai per caso, quando mi sono imbattuta in queste parole sulla bacheca fb di un'amica, ho capito cosa avrei voluto condividere con tutte voi. E la foto che ho scelto per accompagnare questo articolo non è casuale, bensì molto rappresentativa di ciò che sto vivendo ora. La gravidanza, come sapete, mi ha costretta a rallentare i ritmi "produttivi" richiedendomi tanto riposo. La nascita di Maia ha riempito poi la mia vita più di quanto non lo fosse già, e fin da subito la mia piccolina ha reso chiaro e lampante al mondo che questa maternità non sarebbe stata come le altre, perchè lei, più di quanto ogni altro mio cucciolo abbia mai fatto, vive letteralmente addosso a me. "Meraviglia" diranno in tante. Sì, "meraviglia", penso anche io, fino a quando non sento mancarmi l'aria. Perchè nonostante in molti mi dicano "wow hai quattro figli, sei proprio nata per fare la mamma!", l'aria manca anche a me, le staffe le perdo anche io e se a momenti (quando Maia piange e il piccolo Teo di due anni e mezzo vuole la sua mamma) vorrei potermi dividere letteralmente in due, a momenti invece vorrei scappare di casa! Nonostante Maia abbia fatto il suo ingresso nel mondo oramai 4 mesi e mezzo fa, qui viviamo in simbiosi perenne come durante la gravidanza e Teo, che da sempre si dimostra molto affettuoso con lei, piano piano ha però iniziato a manifestare chiaramente qualche disagio per il fatto di non essere più lui il cucciolino di casa. Già di per sé è sempre stato un bimbo molto impegnativo da seguire, una meraviglia di bimbo gioioso come il sole, ma da tenere sott'occhio ogni secondo per via della sua naturale tendenza a fare danni o mettersi nei guai. Poi è arrivata lei, Maia, un bimba ad altissimo contatto che assorbe anche le energie che non ho. E naturalmente non dimentichiamo Olivia e Tobia che, per quanto più grandicelli e tecnicamente più autonomi (oltre che di grande aiuto in molte situazioni) hanno anche loro con esigenze e bisogni che hanno diritto di essere accolti. Di certo, pur essendo io al quarto figlio, mi trovo a vivere qualcosa di totalmente nuovo ora, avendone per la prima volta due con così pochi anni di differenza... Pertanto tutta la mia stima va a quelle mamme che in pochi anni ne hanno avuti due o tre o quattro... o più. Non immaginavo potesse essere tanto faticoso. Ma sono certa che esista anche uno splendido altro lato della medaglia. La Vita ci dà sempre l'opportunità di imparare cose nuove, giusto? Altrimenti che evoluzione potrebbe esserci? Insomma, tutto questo per dire cosa? Qualcosa che tante di voi di certo capiranno. Amo immensamente i miei figli ma non posso negare di soffrire a volte: per il fatto di non sentirmi "abbastanza"... per la mia incapacità di portare a termine alcune cose, o anche solo di ricordare che andrebbero fatte... per la nostalgia di quel po' di tempo che potevo dedicare allo studio delle mie amate leggi biologiche. Mi manca potermi dedicare seriamente a pulire e riordinare la casa. Mi manca avere anche una semplice mezz'ora per andare a farmi la ceretta oppure sapere di avere del tempo, che sia solo mio, per mettermi in tranquillità davanti ad una tela bianca e lasciare uscire quello che sento. Mi manca, sì, mi manca moltissimo... questo e tanto altro ancora... cose che, prima di diventare mamma non avevano alcun particolare valore, ora mi mancano. Ma ultimamente, per tornare al brano con cui ho introdotto questo articolo, dopo alcuni mesi passati a sentirmi schiacciata dal "troppo pieno", c'è qualcosa che mi da la forza di andare avanti. Guardo Maia, consapevole del fatto che lei sarà l'ultima cucciola per me e sento nel profondo che con lei si è meravigliosamente chiuso un cerchio. Osservo i suoi sguardi, quegli sguardi pieni di amore, totale ed incondizionato, di cui solo i bimbi piccoli sono capaci... sguardi che dicono "sei il Tutto per me, sempre e nonostante tutto". Sento la sua testolina posarsi al mio petto mentre piano piano si abbandona al sonno nel caldo abbraccio delle nostre fasce. Faccio indigestione di lei per le maratone alla tetta, che mi costringono a stare seduta o sdraiata ore ed ore... ogni santo giorno. E guardo Teo, che mi sembra di avere partorito ieri, ma che in realtà ha già due anni e mezzo: un piccolo terremoto che spesso mi fa impazzire e che quotidianamente mi mette alla prova, ma che ad ogni sorriso mi riempie il cuore di una gioia immensa... e penso che il tempo vola e che lui così non sarà mai più. Guardo Olivia truccarsi, pronta per iniziare a settembre il liceo artistico e realizzo che piano piano sta imboccando la sua strada e prego perchè possa spiccare il volo nel cielo della vita sentendosi felice delle sue scelte, passo dopo passo. E poi guardo Tobia, che ha già 8 anni e che, pur essendo in grado di prendersi cura del fratellino e della sorellina, ha comunque ancora bisogno della sua mamma.. Sì, è vero: non riesco a fare quasi mai nulla di quello che vorrei. Mai come in questo momento della mia vita. Penso a quante volte ho promesso che sarei tornata a dipingere a breve e realizzo che a breve non so nemmeno se riuscirò a farmi una doccia. Ma alla fine sapete cosa vi dico? Che va bene così. Sono stanca di soffrire e innervosirmi per il fatto che la realtà sia diversa dalle mie aspettative. Perchè alla fine è questo che provoca sofferenza, rabbia e frustrazione: aspettarsi o pianificare di fare x o y quando non ci sono le condizioni per farlo. E' questo che provoca un conflitto. E la soluzione quale è? Scegliere di stare con quello che c'è: se in maniera consapevole, con gioia e in presenza ancora meglio! Fino a quando la Vita non mi aprirà nuovi spazi, Io scelgo di dare la precedenza ai miei cuccioli e a me stessa, piuttosto che alla pittura e al "lavoro". Perchè la Vita passa davvero in un lampo e vale molto di più se possiamo godere dei momenti che ci vengono donati invece di fare gli scongiuri perchè le cose cambino in fretta. Perchè so già che anche se spesso mi trovo a "smadonnare" per il fatto di non riuscire nemmeno ad andare al bagno da sola in santa pace, so già che un domani non troppo lontano, tutto questo mi mancherà. E perchè le tele, i colori e i pennelli saranno gli stessi tra un anno, ma non lo saranno i miei figli, così come non lo sarò io. Come oramai in tante sapete, la mia pagina non è nata per soddisfare un desiderio di fare business. E non ho mai voluto né permesso che la mia passione/attività condizionasse troppo la mia famiglia. Pertanto piano piano caricherò nel mio nuovo shop online i prodotti che posso offrire, man mano che potrò... e nel frattempo continuerò a godermi i miei bimbi, certa del fatto che, chi mi stima e mi ha seguito fino ad ora, non smetterà certo di farlo perchè scelgo di essere presente laddove sento che al momento ce n'è più bisogno... e magari questa pausa dai pennelli mi permetterà invece di tornare a coltivare la mia antica passione per la scrittura attraverso questo blog. Io scelgo di godere di quello che ho qui ed ora, senza crearmi ansia per le richieste di dipinti che non posso soddisfare. Scelgo di stare con quello che c'è. Perché c'è un tempo per ogni cosa: il tempo per lo studio e per la pittura tornerà, ne sono certa, così come sono certa del fatto che i miei figli, come sono oggi, non lo saranno più...

Comments  

0 #101 Ezekiel 2017-11-23 08:18
fantastic post, very informative. I ponder why the other experts of this sector don't notice this.
You must continue your writing. I'm confident, you've a great readers' base already!


Feel free to visit my web page: adidas outlet online: http://podologiadelogu.it/
0 #100 Beth 2017-11-22 20:48
Just want to say your article is as amazing.
The clarity in your post is simply nice and i can assume you are an expert
on this subject. Well with your permission allow
me to grab your RSS feed to keep up to date with forthcoming post.

Thanks a million and please continue the rewarding work.


Take a look at my site: clarks homme
pas cher: http://rolandnanna-esthetiquemarseille.fr/
0 #99 Amparo 2017-11-21 05:56
Hi i am kavin, its my first occasion to commenting
anyplace, when i read this post i thought i could also create comment
due to this good article.

My blog ... nike air max pas cher: http://latelier-du-18bis.fr/
0 #98 Art 2017-11-21 00:29
When I initially left a comment I seem to have clicked the -Notify
me when new comments are added- checkbox and from now on each time a comment is added I get 4 emails
with the exact same comment. Perhaps there is a means you are able to remove me from that service?
Cheers!

Also visit my web site ... adidas nmd pas cher: http://chaussureyeezy.com/
0 #97 Art 2017-11-20 18:30
Quality posts is the main to invite the visitors to visit
the web site, that's what this site is providing.


Feel free to visit my web site - adidas springblade pas cher: http://www.maptiteboutik.fr/
0 #96 Eugene 2017-11-20 08:20
Somebody essentially assist to make critically articles I might state.
This is the very first time I frequented your web page and so far?
I surprised with the analysis you made to make this
particular post extraordinary. Magnificent job!

My site - adidas outlet uk: http://topyeezyboost.com/
0 #95 Arlie 2017-11-19 18:15
I know this site offers quality dependent articles and
extra stuff, is there any other web site which
offers these things in quality?

Look into my web-site - nike air max 90 pas cher: http://clemence-lucazeau.fr/
0 #94 Katrina 2017-11-19 13:58
Hello there! Do you know if they make any plugins to protect against hackers?
I'm kinda paranoid about losing everything I've worked hard on. Any suggestions?


my web blog ... calvin klein ropa interior mujer: http://assistenciaadomiciliasad.es/
0 #93 Garland 2017-11-18 20:30
If you desire to get a good deal from this piece of writing then you have to apply such
methods to your won weblog.

my page; adidas femme originals: http://www.renovation-metayer-merlin.fr/
0 #92 Laurene 2017-11-15 14:53
An interesting discussion is definitely worth comment.
There's no doubt that that you need to write more on this subject matter,
it might not be a taboo subject but generally people don't speak about these issues.
To the next! Best wishes!!

Feel free to visit my weblog: air max pas cher: http://ardium-pvp.fr/

Add comment